La crisi, ma anche l’instabilità del lavoro e della famiglia che contraddistinguono i nostri tempi, mettono in difficoltà sempre più italiani a causa dei troppi debiti da pagare. In questo articolo cercheremo di rispondere a tutte le domande che spesso ci vengono chieste, per esempio: ho troppi debiti debiti come uscirne fuori? Non riesco a pagare i debiti come faccio? Cosa fare quando si ha troppi debiti? Ho molti debiti, come evito di fare debiti? Sono pieno di debiti cosa posso fare?

Gli ultimi dati disponibili evidenziano che oltre una famiglia su cinque ha debiti consistenti e che circa un milione duecentomila famiglie e micro imprese sono seriamente in difficoltà economica.

Per questo motivo esponiamo di seguito una lista di informazioni utili a tutti coloro che si trovano in una situazione di eccessivo indebitamento.

Troppi debiti come fare: le conseguenze

Troppi debiti cosa fare?
Le persone con in difficoltà economica si trovano spesso ad un bivio: pagare le rate e non riuscire a vivere una vita dignitosa, oppure non pagare e subire le conseguenze. ma quali sono queste conseguenze?

  1. Prima di tutto si deve sapere che le conseguenze di non pagare i propri debiti sono solo patrimoniali: non si rischia il carcere e nessun processo per questo! Spesso ci vengono fatte domande su possibili conseguenze catastrofiche: nella maggior parte di casi si tratta di “stupidaggini” messe in giro da società di recupero del credito per spaventare il debitore e farlo pagare. in questo articolo trovi tutti gli espedienti falsi che utilizzano queste società: https://pianodebiti.it/la-lista-dei-10-espedienti-societa-recupero-crediti/
  2. I creditori possono cercare di riprendere i propri soldi, con il pignoramento e la vendita dei beni del debitore. pertanto se non si pagano i propri debiti si potrà perdere la casa, ma anche vedersi pignorato un quinto dello stipendio o il conto corrente. Raramente, ma è teoricamente possibile, il creditore può anche pignorare beni mobili, come l’auto oppure i mobili.
  3. Quando il creditore è lo stato, l’ex Equitalia, ora Agenzia delle Entrate Riscossione, ha la possibilità di mettere un fermo amministrativo sulle auto e i mezzi di trasporto e di pignorare (ad esempio il conto corrente) senza avvisare il creditore. Gli altri creditori  (banche condominio, fornitori, ecc)  invece dovranno passare attraverso un precetto e poi notificare anche il pignoramento, per cui il debitore in difficoltà viene preavvisato con anticipo del possibile pignoramento.

 

Troppi debiti: le società di recupero crediti

Le società di recupero crediti svolgono un’attività mirata a ottenere il pagamento di un credito, sia quando il debitore si rifiuta di pagare sia quando si trova in una situazione di momentanea difficoltà nell’onorare i propri debiti.