Troppi debiti? La lista delle 5 cose da sapere

Sempre più italiani si trovano a dover affrontare problemi economici causati dai troppi debiti. Gli ultimi dati disponibili evidenziano una crescente difficoltà delle famiglie italiane a onorare le obbligazioni contratte, attraverso il patrimonio in loro possesso.

Le tematiche legate al Recupero crediti, CRIF, Equitalia ecc.. diventano quindi sempre più frequentemente oggetto di interesse da parte di coloro che hanno contratto troppi debiti. Per questo motivo esponiamo di seguito una lista di informazioni utili per chi  si trovi in una situazione di eccessivo indebitamento.

1 Troppi debiti e recupero crediti

Le società di recupero crediti svolgono un’attività mirata a ottenere il pagamento di un credito, sia quando il debitore si rifiuta di pagare sia quando si trova in una situazione di momentanea difficoltà nell’onorare i propri debiti.

Allo scopo di aumentare l’ammontare recuperato, spesso gli operatori telefonici assumono però comportamenti aggressivi e contrari alla normativa vigente. Si tratta quasi sempre di condotte isolate e mai avvallate dalle società di recupero crediti.

Spesso chi ha contratto troppi debiti e non riesce più a ripagarli, si confronta con queste realtà. Ma fino a che punto le compagnie di recupero crediti possono spingersi? Quali sono i diritti del debitore insolvente?

Puoi leggere anche:
La lista dei 10 espedienti utilizzati dalle società di recupero crediti a danno dei clienti

Le società di recupero crediti devono operare nel rispetto della privacy e della dignità del debitore, per questo motivo:

  • quando la società di recupero crediti chiama il debitore deve sempre per prima cosa presentarsi, precisare per conto di chi sta chiamando e per quali debiti. Gli incaricati non possono inoltre diffondere informazioni sui mancati pagamenti a soggetti diversi dal diretto interessato;
  • quando il soggetto in stato di morosità ha voluto mantenere privato il proprio recapito telefonico, le società di recupero crediti devono astenersi dal recuperarlo in altri modi (per esempio chiedendo ai vicini di casa). Gli incaricati al recupero crediti non possono inoltre contattare il debitore in orari irragionevoli, con frequenza superiore a quanto consentito e in luoghi inadeguati;
  • è vietata l’affissione, ad opera di incaricati del recupero crediti, di avvisi di mora sulla porta del debitore insolvente. I dati personali potrebbero essere visti anche da soggetti terzi infatti. Per la stessa ragione non sono consentiti per legge neanche i messaggi lasciati in segreteria telefonica e le cartoline postali.

2 Troppi debiti e segnalazione alla CRIF

La CRIF – acronimo di Centrale Rischi Finanziari – è una banca dati privata con funzione di sistema di informazione creditizia. Viene sempre utilizzata  dagli istituti di credito per ottenere informazioni circa lo storico finanziario di un richiedente prestiti. In caso di troppi debiti non pagati, anche CRIF diventa una parola tristemente conosciuta tra i debitori insolventi. E’ però importante sapere che l’inserimento del nominativo del soggetto moroso all’interno della banca dati CRIF è possibile solo se i debiti in questione sono stati contratti con Banche o Finanziarie.

3 Esiste una Legge per liberarsi dal peso dei troppi debiti

Grazie alla Legge 3 2012 è possibile liberarsi dal peso dei troppi debiti. Tale normativa introduce infatti una novità rivoluzionaria per tutti i soggetti che non rientrano nelle disposizioni previste dalla legge fallimentare in quanto offre a privati, piccole imprese, professionisti e aziende agricole, la possibilità di soddisfare i creditori attraverso quanto possono realmente pagare nella situazione economica attuale. La Legge 3 2012 tutela il debitore onesto e in difficoltà dal rischio di perdere tutto e di essere escluso a vita da ogni forma economica. E’ quindi possibile rientrare nel ciclo economico senza il fardello dei troppi debiti e tornare a vivere serenamente un nuovo inizio per se e per la propria famiglia.

Puoi leggere anche:
Legge 3/2012: la lista delle 10 cose da sapere

4 E’ rinegoziabile anche il debito verso Equitalia

Attraverso la Legge 3 2012, è possibile rinegoziare anche il debito verso Equitalia. Un esempio concreto è rappresentato dall’omologa del Tribunale di Busto Arsizio (per leggere l’articolo, clicca qui). Questo ha dato conferma del fatto che anche i debiti nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni (quali Agenzia dell’entrate, Equitalia, ecc) possano essere oggetto di pagamento parziale da parte del debitore, qualora quest’ultimo si trovi in una situazione di oggettivo sovraindebitamento incolpevole e il suo patrimonio sia solo parzialmente capiente.

5 L’importanza di un aiuto concreto

La cosa più importante è parlare del tuo problema con qualcuno che abbia le competenze per indirizzarti sulla giusta strada. La soluzione al problema dei troppi debiti esiste! Per non intraprendere una strada che potrebbe rivelarsi controproducente (per leggere il caso di un rigetto, clicca qui) è fondamentale rivolgersi a specialisti della materia!

Piano Debiti si è specializzata in questo senso al fine di offrire un servizio altamente professionale basato sulla nostra concreta esperienza di numerosi casi presentati (per maggiori informazioni, clicca qui).

4.1/510 ratings
2017-08-02T12:56:23+00:00Debiti|0 Commenti

Scrivi un commento

Chiama gratis!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Impostazioni della Privacy

Quando visiti un sito web, questo potrebbe archiviare o leggere informazioni nel tuo browser, solitamente utilizzando dei cookies. Puoi controllare quali cookies vengono utilizzati su questo sito web e scegliere quali attivare o disattivare.

Questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito web e non possono essere disattivati.

Per utilizzare correttamente questo sito web, è necessario che i seguenti cookies tecnici siano abilitati.
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wp-settings-time

  • quform_

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi