Stai cercando un modello di Saldo e stralcio fac simile?
I soggetti che si trovano in difficoltà economica hanno a disposizione strumenti utili a risanare i loro debiti. Tra questi vi è la procedura di saldo e stralcio. Occorre però valutare attentamente la specifica situazione finanziaria per poter comprendere quale soluzione sia più adatta al vostro caso.

Fac simile saldo e stralcio lettera: come funziona

Vediamo come poter richiedere in maniera corretta e formale il consenso ad una riduzione dell’importo da versare all’istituto creditore, magari a fronte di un correlativo beneficio (ad esempio il pagamento immediato piuttosto che rateizzato o posticipato).

Ricordiamo però che inviare la lettera saldo e stralcio, soprattutto se gestita autonomamente, non garantisce la riduzione dei debiti in maniera automatica. L’accettazione della proposta dipende unicamente dalla decisione del creditore.

Scarica la lettera saldo e stralcio fac simile

Lettera di saldo e stralcio fac simile: 7 regole per il miglior risultato

Prima di fornirvi la proposta di saldo e stralcio modello, vediamo rapidamente quali regole bisogna seguire per garantire la buona riuscita di un accordo di riduzione del debito. E’ importante sapere come redigere nel modo corretto la lettera saldo e stralcio debiti.

  • Verificare che l’importo di debito non si sia prescritto, altrimenti si annullerebbe la prescrizione tornando ad essere un debito obbligatorio da pagare da parte del debitore. Generalmente la validità del debito è 5 anni, i debiti derivati da contratto hanno validità 10 anni, mentre se originati da prestazioni professionali è ridotta a 3 anni.  Per poter verificare correttamente la prescrizione dei debiti è bene rivolgersi a professionisti del settore.
  • Non vi sono termini massimi o minimi per poter avanzare una lettera di saldo e stralcio.
  • L’accordo con il creditore deve indicare entrambi gli estremi (debitore e creditore), la causa del debito (indicare ad esempio il numero del contratto) la data dell’accordo, l’importo inizialmente dovuto e quello concesso a seguito del taglio; attestare il tutto con le firme delle parti.
  • Non è necessario indicare il motivo per qui si avanza la richiesta di accordo, non è buona prassi motivare anche solo genericamente “per impreviste difficoltà economiche”. Si rischierebbe solamente di peggiorare la propria situazione vedendosi arrivare un decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo oppure un’istanza di fallimento richiesta dal creditore.
  • Indicare le conseguenze in caso di mancato pagamento della somma scontata. Questo crea maggiore affidabilità ed impegno da parte del debitore di risolvere i propri debiti.
  • Spesso l’invio della proposta via email non è la soluzione più indicata per questo ambito, ricorrere all’invio cartaceo mediante posta raccomandata con ricevuta di ritorno potrebbe essere la soluzione più efficace.
  • E’ strettamente consigliato redigere un nuovo accordo con il creditore formalizzandolo mediante la redazione di un documento cartaceo firmato. Ricorda che lo scambio di email non ha validità d’intesa e non è consigliato modificare il vecchio contratto che ha originato i debiti.

 

Scarica la lettera saldo e stralcio fac simile

Condividiamo il modello saldo e stralcio fac simile in formato .doc (Microsoft Word) in quanto più facile da modificare secondo le vostre esigenze.

Scarica saldo e stralcio fac simile

 

Piano Debiti ti offre una consulenza professionale che ti aiuta in caso di sovraindebitamento. Analizziamo gratuitamente la tua situazione debitoria e ti aiutiamo ad uscirne al meglio, consigliandoti la strada migliore da seguire. Contattaci inviando una richiesta o chiamandoci al numero verde gratuito 800 090 598.