Pignoramento di una casa oppure pignoramento prima casa: differenze

Il pignoramento casa, o l’esecuzione forzata immobiliare, è un procedimento giudiziario con la quale un creditore (solitamente la banca) espropria forzatamente un bene immobile, nel caso specifico la casa. Questo può avvenire quando l’acquirente si è indebitato fortemente con il creditore e ora, per sovvenuti cambiamenti nella situazione economica, non è più in grado di saldare il suo debito.

A quel punto il creditore ha il diritto legale di diventare (o ritornare) proprietario del bene per il quale il debito era stato contratto, appunto ha il diritto di pignorare la casa.

Non si arriva subito ai pignoramenti casa. Alle prime inadempienze contrattuali la banca segnala telefonicamente o via posta al debitore il mancato pagamento, optando per un sollecito formale.

Se l’inadempienza continua, tuttavia, il debitore riceverà l’atto di precetto, con il quale viene intimato a pagare entro dieci giorni. L’atto successivo è quello di pignoramento dell’abitazione, solo a quel punto si può pignorare casa.

Nel caso specifico dell’espropriazione prima casa non sussiste quindi una differenza in termini di procedura di pignoramento rispetto ad una seconda casa. Ricordiamo però che il pignoramento immobiliare della prima casa, ha differenti regole per la sua attuazione. Vediamo quindi come ci si può difendere e in quali casi la prima casa è pignorabile e in quali no.

La domanda che sorge spontanea è: possono pignorare la prima casa? Entriamo nei dettagli.

 

Pignorabilità prima casa: la prima casa è pignorabile?

Ci si chiede spesso: “Si può pignorare la prima casa?” “Quando si dichiara fallimento prima casa?”
Per capire se la prima casa è pignorabile dobbiamo innanzitutto capire cos’è la prima casa.

Quando si parla di prima casa si intende la prima abitazione che il proprietario ha acquistato. Spesso coincide anche con l’abitazione principale, ovvero con la casa dove la persona vive abitualmente (e dove ha il domicilio o la residenza anagrafica), ma non necessariamente.

Tutte le case acquistate successivamente risultano legalmente come seconde case. La differenziazione è importante a livello giuridico per vari motivi che incidono anche sui pignoramenti prima casa, il primo è la già citata presenza della residenza o domicilio.

La prima casa, inoltre, gode di particolari agevolazioni fiscali, come imposta di registro e IVA ridotte; è esonerata dall’Irpef, Imu e altre imposte addizionali regionali o comunali.

Come si evince, pertanto, il diritto italiano ha molto a cuore un bene così prezioso per ogni nucleo familiare come può essere la prima casa e per anni molti cittadini e alcune parti politiche si sono battute per ottenere questi risultati su un bene che, di fatto, costituisce la base della dignità di ogni essere umano e per la non pignorabilità della prima casa.

 

pignorabilità prima casa

Tuttavia, la legge stabilisce dei casi in cui possono pignorare la prima casa. Se lo Stato considera la prima casa un bene così importante, allora perché ne permette il pignoramento? Esiste un principio di non pignorabilità prima casa, ma in quali casi vige quindi l’ impignorabilità della prima casa? Si può pignorare la prima casa? Quando?

La prima casa è pignorabile se i debiti contratti dal proprietario sono verso soggetti privati quali banche e altri soggetti terzi che non siano il fisco e lo stato. Non è invece consentito il pignoramento della prima casa se i debiti del proprietario riguardano esclusivamente Equitalia e/o qualsiasi altro ente di Riscossione. All’ente di riscossione è consentito solo iscrivere un’ipoteca sull’immobile nel caso in cui il debito superi i 20 mila euro.

In aggiunta, non avviene il pignoramento della prima casa da parte dell’agente di riscossione nelle seguenti condizioni (principio di impignorabilità prima casa):

  • Il proprietario non ha altri immobili intestati (neanche in comunione con altre persone);
  • Si tratta di un’abitazione non di lusso (ovvero registrate al catasto come A/1, A/8 e A/9);
  • L’immobile è adibito ad abitazione civile e il debitore vi ha la residenza anagrafica.

Questi sono i casi di prima casa non pignorabile. Pertanto, pignorare la prima casa non è così automatico come si potrebbe pensare, e questo fa tirare un sospiro di sollievo a tutti coloro che, dopo anni di duri sacrifici, hanno rischiato di perderla.

Questo è il caso di prima casa non pignorabile dalle banche. Resta il fatto che il pignoramento della prima casa può comunque accadere. Vediamo allora cosa si può fare se la prima casa è pignorabile.

 

Pignoramento casa agenzia delle entrate: come difendersi

Pignoramento prima casa, è possibile fare qualcosa? Se il debitore non rientra nei casi succitati, e rientra quindi nel rischio di pignorabilità prima casa, c’è solo una cosa che può fare se non riesce a saldare immediatamente il debito.

Se si vuole evitare l’esproprio dalla prima casa: occorre ridurre l’esposizione debitoria al di sotto dei 120.000 euro, vediamo nel dettaglio

A differenza dei creditori privati, l’Agenzia delle Entrate non può sempre procedere al pignoramento 1° casa di proprietà del debitore. Affinché il pignoramento avvenga devono però essere soddisfatte determinate condizioni:

  1. Il debito nei confronti dell’agenzia delle entrate deve superare i 120.000 euro;
  2. Il valore complessivo degli immobili che si possiedono deve essere pari almeno al 120.000 euro;
  3. Ha già ipotecato i beni del debitore e da questo punto sono trascorsi almeno 6 mesi di tempo;
  4. L’agenzia delle entrate deve concedere prima la possibilità di pagamento rateale del debito.

Solo a queste condizioni l’Agenzia delle Entrate può procedere al pignoramento della casa e alla successiva messa all’asta. Se non soddisfatte appieno la pignorabilità prima casa non è più valida.
Per avere maggiori informazioni consulta il sito:
https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/Per-saperne-di-piu/le-procedure/procedure-esecutive/

Vi sono altre forme di pignoramento, oltre al pignoramento prima casa, a cui ricorrono spesso i creditori. Per approfondimenti sul pignoramento stipendio ti invitiamo a leggere il nostro articolo.

Se vuoi scoprire cosa possono pignorare le società di Recupero crediti, leggi la nostra guida per conoscere i propri diritti e tutelarsi al meglio:
Recupero crediti cosa possono pignorare? I diritti del debitore.

 

Piano Debiti ti offre una consulenza professionale che ti aiuta in caso di sovraindebitamento, per motivi anche dovuti a tematiche di pignoramento prima casa. Analizziamo gratuitamente la tua situazione debitoria e ti aiutiamo ad uscirne al meglio, consigliandoti la strada migliore da seguire. Contattaci inviando una richiesta o chiamandoci al numero verde gratuito 800 090 598.