Quante persone, definite cattivi pagatori, vorrebbero ottenere la cancellazione dalla banca dati Crif (comunemente definita pulizia crif) ed essere riabilitate completamente! Come fare ad effettuare la crif cancellazione dati?
Leggi il nostro articolo per scoprire tutte le informazioni su come cancellarsi dalla Crif, cancellazione crif tempi e durata segnalazione crif. Contenuti costantemente aggiornati su tutte le novità in materia.

Di cosa parliamo utilizzando il termine cancellazione Crif?

Quando si può parlare di cancellazione banca dati Crif? Se una persona o un’azienda ritarda il pagamento di un prestito/mutuo/finanziamento o addirittura smette di pagarlo,  questa informazione viene registrata in alcune banche dati che possono vedere tutte le altre banche e finanziarie. Le più conosciute sono le banche Crif, ma esistono anche le banche dati Experian, Consorzio Tutela del Credito ed altre.

In questo caso, comunemente, si dice che la persona diventa un cattivo pagatore. Normalmente, nessuna finanziaria darà nuovo credito a una persona con una storia di cattivo pagatore. Essere iscritti come cattivo pagatore comporta quindi l’impossibilità di avere nuovo credito o di rinegoziare i debiti attualmente in essere. Ogni volta che si proverà a chiedere un finanziamento ad una nuova banca, questa vedrà la segnalazione come cattivo pagatore (basta una semplice richiesta telematica) e ci negherà il credito.

Proprio per questo motivo è importante non essere segnalati in Crif o se si presentano degli errori, richiedere la cancellazioni dalle banche dati Crif.

Questa risulta essere una situazione che riguarda moltissimi italiani: secondo Banca d’Italia circa 900.000 persone sono segnalate come cattivi pagatori!

Cattivo pagatore come cancellare? Se vuoi essere cancellato dalla Crif? Compila il nostro form per richiedere un appuntamento gratuito.

 

Perché si vuole ottenere la cancellazione banche dati Crif?

Già dalla parola essere catalogato come “cattivo pagatore” non è una cosa piacevole.  Soprattutto nel 2020,  nella società odierna, dove tutto si compra a rate, essere iscritti come cattivi pagatori può essere un grave problema.

Ci si trova così nella spiacevole situazione di non riuscire più ad accedere a nessun tipo di finanziamento o credito bancario a causa di qualche ritardo di pagamento in un momento di difficoltà superato. Questo significa non poter acquistare un’auto nuova o avere una carta di credito, significa rinunciare all’acquisto della casa perché non potremo ottenere un mutuo o magari prestare la garanzia per i nostri figli che vorrebbero acquistare una loro casa. Vediamo quindi come cancellarsi dal crif.

 

Cancellazione Crif pur essendo morosi con la banca: 2 modi di affrontare il problema