Procedura attraverso cui il Tribunale ha il potere di ridurre le rate a quanto il debitore può ragionevolmente pagare, di fatto condonando una parte – anche molto consistente – del debito. Sono tutelabili nella loro qualità di consumatori: dipendenti, pensionati, casalinghe etc. ed anche i soggetti che svolgono un’attività imprenditoriale, ma che hanno contratto debiti solamente per scopi personali. Per ottenere un esito positivo da questa procedura non è necessario ottenere il voto dei creditori. Il Piano del Consumatore viene omologato direttamente dal Giudice del Tribunale competente.