L’avviso di giacenza è una comunicazione (di solito sotto forma di tagliando) che ci comunica il fatto che il postino ha tentato di recapitarci una lettera raccomandata o un atto ma, al momento della consegna, nessuno era in casa, oppure ha incontrato il rifiuto di chi era presente di riceverlo. In tal caso la raccomandata o l’atto vengono conservati presso l’Ufficio postale di competenza ove rimangono in giacenza per 30 giorni (per le lettere raccomandate) o 180 giorni (per gli atti giudiziari) prima di tornare al mittente. Recandosi in posta entro questi termini, si possono ritirare gli atti.

Se l’avviso di giacenza è stato lasciato correttamente, anche se l’atto o la raccomandata non vengono ritirati, si considerano validamente consegnati (data di notifica) dopo 10 giorni dalla data dell’avviso di giacenza.

dall’avviso di giacenza si possono recuperare indicazioni utili sul tipo di comunicazione che ci aspetta: infatti quasi sempre l’avviso riporta un codice detto “codice raccomandata” dal quale è possibile risalire al tipo di comunicazione (se ad esempio ci scrive una banca o il fisco…). trovi una guida dettagliata sulla corrispondenza tra i codici presenti sull’avviso di giacenza e la tipologia di comunicazione a questo indirizzo: Codici raccomandata: una guida per riconoscerli facilmente