FAQ Legge 3 20122017-10-26T10:27:15+00:00
Come posso essere certo di poter accedere alla Legge 3 2012?2018-04-24T12:31:59+00:00

Chiama subito il nostro numero verde 800 090598 e con la nostra consulenza gratuita scoprirai se il tuo caso rientra tra quelli previsti dalla Legge 3 2012. Non aspettare!

Sono stato segnalato come “cattivo pagatore”, posso comunque accedere alla Legge 3 2012?2018-04-24T12:17:15+00:00

Certamente! Accedere a una delle procedure di cui alla Legge 3 2012 è importante non solo per tornare a essere “puliti in Crif”, ma soprattutto per risolvere definitivamente il problema del debito grazie a una procedura risolutiva e tutelante per il debitore. Se la procedura si concluderà positivamente con l’omologa della sua situazione, il debitore otterrà l’esdebitazione, ovvero non avrà più vecchi debiti da saldare e le SIC dovranno necessariamente recepire questa situazione.

E’ possibile chiedere aiuto a parenti e/o amici per avere fondi da mettere a disposizione del Piano?2018-04-24T12:05:12+00:00

Sì, non solo è possibile, ma a volte un aiuto esterno contribuisce a formulare una proposta adeguata.

Chi decide l’ammontare della proposta da formulare all’interno del Piano?2018-04-24T11:54:14+00:00

In caso di Piano Del Consumatore o proposta di accordo (piccolo concordato) lo decide il consumatore in collaborazione con i suoi consulenti. Nel caso della liquidazione del patrimonio, l’importo da devolvere alla procedura è deciso dal Giudice delegato.

Dopo aver richiesto l’accesso alla Legge 3 2012, è morto un mio famigliare che mi ha lasciato numerosi debiti in eredità. Cosa devo fare?2017-10-19T11:02:48+00:00

Pochi sanno che è possibile accettare l’eredità con beneficio di inventario, cioè avendo modo di verificare se sia conveniente accettarla oppure no. In questi casi è bene confrontarsi con un professionista (consulente specializzato o notaio) quanto prima.

Vorrei accedere alla Legge 3 2012, ma mi è arrivata una lettera che indica la decadenza dal beneficio del termine del mio mutuo. Cosa devo fare?2017-10-19T11:49:48+00:00

Quando una banca presta denaro al debitore sotto forma di mutuo o di prestito, il rientro a rate dal debito viene definito “beneficio del termine”, cioè si è ottenuto il beneficio di poter ridare i soldi a rate. Se il debitore rimane in arretrato di più di 6 rate, la banca è autorizzata a richiedere tutto il capitale residuo in un’unica soluzione. Generalmente arriva una lettera raccomandata che indica proprio che si è persa la possibilità di rimborsare il prestito (o il mutuo) a rate.

La decadenza del beneficio del termine, non impedisce di accedere alla Legge 3 2012 sul sovraindebitamento. E’ comunque un primo passo che il creditore muoverà per riavere il denaro prestato, ed è quindi necessario agire con una certa velocità, senza far trascorrere inutilmente tempo.

La mia casa è già stata venduta all’asta, ma ho ancora molti debiti. La Legge 3 2012 mi può comunque aiutare?2017-10-19T11:45:54+00:00

Purtroppo anche se si è arrivati al punto in cui la nostra casa è stata venduta all’asta, non sempre la situazione debitoria è risolta. L’immobile di proprietà infatti, ogni volta che va all’asta, subisce dei ribassi, derivanti dal deprezzamento dell’immobile stesso. Quindi, nel caso in cui anche dopo questa vendita rimangano dei debiti residui, i creditori vanno nuovamente all’attacco di ciò che rimane (ad es. un conto corrente) oppure portano avanti azioni verso chi ha eventualmente prestato delle garanzie.

Con la Legge 3 2012 è possibile intervenire e risolvere la situazione, pervenendo ad una definitiva esdebitazione.

Occorre avere un debito minimo prefissato per accedere alla Legge 3 2012? Ad es. 50.000 euro?2017-10-19T12:34:21+00:00

La norma non prevede minimo di debiti, ma solamente che sia accertato lo stato di sovraindebitamento ovvero lo squilibrio tra i debiti e la possibilità di pagarli. Anche se la norma non pone importo minimo, il buonsenso dovrebbe però guidare il debitore a utilizzare la procedura per somme di almeno qualche decina di migliaia di euro. Per somme minori i costi della procedura stessa rischiano di incidere pesantemente e anche le obbligazioni a cui si sottopone il debitore possono essere sproporzionate rispetto al problema da risolvere.

 

Ho prestato garanzie per un prestito che non è stato ripagato. Essendo a mia volta in condizioni di sovraindebitamento, e non riuscendo a sostenere anche questa spesa, posso accedere alla Legge 3 2012?2018-04-24T12:28:10+00:00

Nel momento in cui una fidejussione o una garanzia relative ad un debito contratto da un’altra persona, vengono richieste al garante (tecnicamente si parla di escussione della fidejssione) diventano debiti anche di quest’ultimo, e pertanto possono essere inseriti in una procedura di sovraindebitamento. Di conseguenza è corretto affermare che si può accedere alla Legge 3 2012 anche per i debiti relativi a fidejussioni prestate ed escusse dal creditore.

Cosa si intende per “fresh start”?2017-10-19T12:35:10+00:00

“Fresh start” è il modo in cui vengono chiamate le procedure di sovraindebitamento nei paesi anglosassoni, dove da ormai molti anni è possibile risolvere le situazioni di sovraindebitamento accedendo a specifiche procedure di legge. “Fresh start” ha il significato di nuova partenza, ovvero di dare la possibilità alle persone di lasciarsi definitivamente alle spalle l’esperienza del sovraindebitamento e ripartire con il diritto di avere una vita dignitosa e serena.

Ero socio di una Snc che ha chiuso con debiti residui. Posso sistemare solo la mia posizione?2017-10-19T11:48:19+00:00

Sì. La procedura è personale e quindi sarà possibile portarla a termine anche se avviata da uno solo dei soci della snc in difficoltà.

Ho debiti e la casa all’asta, posso comunque accedere alla L 3 2012?2017-10-19T11:46:44+00:00

Si potrebbe ironicamente dire che chi ben comincia è a metà dell’opera, cioè sarebbe meglio avviare la procedura ai primi sintomi di difficoltà nei pagamenti, senza attendere che le azioni dei creditori colpiscano il nostro patrimonio. Se ci troviamo però nella situazione di avere già il pignoramento dello stipendio o la casa messa all’asta, è comunque possibile intervenire. Se possibile, si proverà a salvare la casa. Diversamente, la procedura potrebbe comunque permettere di sanare i debiti che non verranno pagati con la vendita dell’immobile e uscire da questa brutta esperienza ripartendo liberi dai debiti.

Ho numerosi debiti che non riesco a pagare e i creditori minacciano di portarmi via la casa. Con la L 3 2012 posso salvarla?2017-10-19T11:47:34+00:00

Salvare la propria casa è uno dei primi obiettivi che spinge il debitore a trovare una soluzione. Certamente è possibile salvare l’immobile ma sarà necessario pagare in parte i creditori. In linea generale vale il principio che più vale la casa, più il debitore dovrà dare. Ci spieghiamo con un paradosso: se sono proprietario di una villa che vale mezzo milione di euro e i miei debiti ammontassero a una cifra molto minore, poniamo 100.000 euro, con grande probabilità anche con la procedurà dovrò pagare tutto. Se invece i miei debiti fossero pari a mezzo milione di euro e il valore della casa pari a centomila, potrò offrire ai miei  creditori un pagamento molto parziale di quanto dovuto.

Ho solo debiti con Equitalia, mi conviene accedere alla legge?2017-10-19T11:45:08+00:00

Certamente! Le procedure fissate dalla L 3 2012 consentono ai contribuenti la possibilità di sistemare anche la propria posizione con Equitalia. Tuttavia l’Iva non può essere abbattuta, ma è però possibile dilazionare il pagamento. La procedura di sovraindebitamento può permettere di pagare una parte del debito con Equitalia vedendo esdebitata la restante parte. La percentuale che sarà possibile non saldare dipende dalle possibilità economico patrimoniali di ogni soggetto e va valutata di caso in caso.

Cos’è il Sovraindebitamento?2017-10-17T13:30:24+00:00

Il sovraindebitamento è la difficile condizione di coloro che non riescono a ripagare i propri debiti con le disponibilità economiche a loro disposizione.

Cosa significa esdebitarsi?2017-10-19T12:35:57+00:00

Ottenere l’esdebitazione significa essere libero da ogni altro debito residuo ed essere riabilitato, ottenendo la cancellazione del proprio nominativo da ogni registro di cattivo pagatore.

Cos’è la Legge 3/2012?2017-07-20T10:32:04+00:00

La Legge 3/2012 è una disciplina che si pone l’obiettivo di porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento, attribuendo al debitore non fallibile la facoltà di proporre ai creditori un piano di ristrutturazione del debito.

Come funziona la Legge 3/2012?2017-07-20T10:39:42+00:00

Il debitore si confronta con un professionista per definire una proposta da fare ai propri creditori attraverso il Tribunale dove risiede. Esistono diverse procedure adatte a situazioni differenti.

Chi può accedere alla Legge 3/2012?2015-11-17T14:26:14+00:00

Possono accedere alla Legge tutti i soggetti che non rientrano nelle disposizioni previste dalla legge fallimentare, ovvero: lavoratori dipendenti pubblici e privati, pensionati, aziende agricole, piccoli imprenditori e professionisti.

Cosa posso ottenere dalla Legge 3/2012?2017-07-20T10:43:07+00:00

Il debitore può ottenere la soddisfazione dei creditori attraverso quanto può realmente pagare: l’ammontare del debito che non può essere pagato alla fine della procedura verrà esdebitato.

Quali debiti rientrano nelle procedure previste dalla Legge 3/2012?2017-07-20T10:44:03+00:00

Le procedure previste riguardano tutte le tipologie di debito: verso banche, finanziarie, fornitori, privati (ad es. il condominio), Pubbliche Amministrazioni (Equitalia, Agenzia delle Entrate).

Che tipo di procedure esistono?2017-10-19T12:31:35+00:00

La legge interessa soggetti molto diversi tra loro, per questo esistono procedure differenti per consumatori ed imprese e cioè: Piano del Consumatore, Accordo con i Creditori e Liquidazione del Patrimonio.

Quali sono le fasi della procedura?2017-10-19T12:44:42+00:00

Le fasi della procedura sono tre: nomina di un Organismo di Composizione della Crisi (OCC) che ha il compito di aiutare il debitore nella gestione della situazione di sovraindebitamento; presentazione del Piano proposto dal creditore (in base a una delle procedure previste dalla Legge 3/2012) e omologa, quando il Giudice avrà verificato l’esistenza dei criteri necessari.

In quanto tempo posso risolvere la mia situazione?2017-10-19T12:30:26+00:00

Per portare a termine una procedura servono dai sei agli otto mesi, ma si possono bloccare pagamenti ed esecuzioni (aste immobiliari ad esempio) con la presentazione del piano.

Cos’è l’Accordo con i creditori?2017-10-19T12:29:50+00:00

E’ una delle tre procedure previste dalla Legge 3/2012 ed è riservato alle imprese. Si propone ai creditori un piano sostenibile che diventerà effettivo se approvato da almeno il 60% dell’ammontare del debito.

Cos’è la Liquidazione del patrimonio?2017-10-19T11:53:17+00:00

Nelle situazioni debitorie più difficili è possibile chiedere al Tribunale di pagare il debito con la liquidazione del proprio patrimonio, ottenendo se sussistono le condizioni, l’esdebitazione di quanto non pagato.

In questo momento sono disoccupato, posso accedere alla Legge?2017-10-19T11:52:31+00:00

Sicuramente sì: sarà necessario analizzare la situazione per capire quale offerta proporre ai creditori. La perdita del lavoro potrebbe essere una condizione di meritevolezza che aiuta ad ottenere un risultato positivo.

Ho una malattia/sono invalido, posso accedere alla Legge?2017-10-19T11:51:19+00:00

Certamente sì: la difficile condizione di coloro che hanno difficoltà a causa di malattie può essere una condizione di meritevolezza che aiuta ad ottenere un risultato positivo.

Non ho più patrimonio, posso accedere alla Legge?2017-10-19T11:50:37+00:00

Sì, sarà necessario valutare eventuali garanzie a supporto del piano, anche da parte di altre persone.

5/52 ratings
Chiama gratis!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Impostazioni della Privacy

Quando visiti un sito web, questo potrebbe archiviare o leggere informazioni nel tuo browser, solitamente utilizzando dei cookies. Puoi controllare quali cookies vengono utilizzati su questo sito web e scegliere quali attivare o disattivare.

Questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito web e non possono essere disattivati.

Per utilizzare correttamente questo sito web, è necessario che i seguenti cookies tecnici siano abilitati.
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wp-settings-time

  • quform_

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi