HomeBlogNewsSaldo e stralcio bancario: la guida completa per chiudere i debiti

Saldo e stralcio bancario: la guida completa per chiudere i debiti

I debiti con la banca o con gli istituti finanziari possono rappresentare un grosso problema, ma esiste una soluzione che può aiutare privati e imprenditori in difficoltà: l’accordo transattivo a saldo e stralcio.

Saldo e stralcio significato: con l’accordo saldo e stralcio si offre alla banca la prospettiva di ottenere il pagamento di almeno una parte del debito. Questa possibilità può essere molto apprezzata dai creditori, che spesso perdono ogni speranza di recuperare quanto prestato a soggetti che finiscono in situazione di forte sofferenza finanziaria. Ovviamente, un simile accordo può arrivare solo dopo una fase di trattative con l’ente creditore, durante la quale è opportuno farsi assistere da un consulente esperto del settore.

Saldo e Stralcio Agenzia delle Entrate: uscire dalla crisi

Solo una breve nota su questo articolo: di seguito troverai tutte le informazioni sul saldo a stralcio con banche e finanziarie: se cerchi invece informazioni sul saldo e stralcio con l’agenzia delle entrate, le trovi in questo articolo.

Saldo e stralcio debiti: perché utilizzarlo

L’esigenza di tale procedura nasce dall’eventualità che una persona, dopo aver contratto un finanziamento, a un certo punto non sia più in grado di fare fronte al debito, ad esempio perché nel frattempo ha perso il lavoro. Se la banca non riesce a rientrare in possesso dell’importo erogato, avvia la procedura esecutiva forzata per pignorare il debitore e recuperare almeno una parte del proprio credito.

È però una situazione poco conveniente sia per la banca che per il debitore in difficoltà:

  • Per la banca i tempi di rientro sono molto lunghi, e per attivare il pignoramento dovrà affrontare un costoso processo in tribunale (decreto ingiuntivo, precetto, pignoramento etc..)
  • Il debitore vede il proprio debito aumentare continuamento per le spese del pignoramento e per gli interessi di mora che continuano a maturare.

Potrebbe essere interesse di tutte e due le parti trovare un accordo, che preveda un pagamento immediato di una parte del debito e la cancellazione della parte non pagata: questo tipo di accordi si chiamano appunto “a saldo e stralcio”.

L’alternativa per il debitore potrebbe essere quella di avviare una procedura di sovraindebitamento: vedremo dopo quando sia meglio il saldo e stralcio e quando sia meglio la procedura di sovraindebitamento.

Saldo a stralcio come funziona

Prima di tutto bisogna dire che il pagamento a saldo e stralcio prevede che il debitore sia affiancato da almeno un consulente specializzato che si occuperà di gestire la procedura, occupandosi della preparazione della pratica e della trattativa con la banca.

Fondamentalmente la chiusura a stralcio prevede i seguenti passaggi:

  • Analisi della posizione economica del debitore
  • Definizione dell’offerta da fare al creditore, che dipenderà dal valore del debito, dalla posizione lavorativa e patrimoniale del debitore, e da una serie di altri parametri.
  • Accordo con la banca: in questa fase è molto importante che l’accordo preveda tutte le tutele per il debitore, tra cui la rinuncia al debito non pagato
  • Pagamento di quanto prevede l’accordo e contestuale cancellazione dei gravami come pignoramenti e segnalazioni in banche dati. .

Alla fine di tutto il percorso il debitore verserà una quota pattuita e con questa verrà cancellato interamente il suo debito con la finanziaria.

Transazione saldo e stralcio quanto si risparmia

Transazione saldo e stralcio, quanto si risparmia?

Va premesso che non sono rari i casi in cui le banche, a fronte del mancato pagamento da parte di un proprio cliente, si rassegnano a considerare il debito ormai irrimediabilmente in sofferenza. Spesso, questa situazione porta gli enti creditizi a procedere alla cessione del credito deteriorato ad altre banche più strutturate, per ricavare almeno una minima parte di quanto avrebbero dovuto ricevere.

Allo stesso modo, la banca può dimostrarsi seriamente interessata a trovare un accordo di transazione a saldo e stralcio direttamente con il proprio cliente in difficoltà, per recuperare almeno una parte del credito.

Ma a quanto ammonta lo sconto che si può ottenere grazie al saldo e stralcio? Purtroppo, su internet moltissimi operatori (di cui molti in cattiva fede) promettono di far risparmiare con il pagamento a stralcio cifre altissime, fino anche a oltre il 90% del debito, dando l’illusione a tutti i debitori che – ad esempio – si possa chiudere sempre un debito di 20.000 euro, pagandone magari meno di 3.000.

In realtà “sconti” così elevati sono rari, e riservati a casi limite come, ad esempio, debitori disoccupati e senza proprietà, che hanno posizioni debitorie molto vecchie.

Una comunicazione trasparente e onesta deve indicare al debitore, che l’entità del risparmio può variare tra il 20% e l’80% a seconda dei casi: più il debitore guadagna bene e ha patrimonio meno sconto di norma si riesce ad ottenere.

Inoltre, la situazione di difficoltà deve essere reale e non simulata: ormai quasi tutte le finanziarie fanno controlli sul debitore, e nel caso di debitori che potrebbero pagare senza difficoltà, accettando transazioni a saldo e stralcio con maggiore difficoltà.

L’importanza di farsi assistere da un consulente esperto

L’accordo transattivo saldo e stralcio può essere richiesto senza troppe formalità, inviando una raccomandata o una PEC alla banca, in cui si chiede a quest’ultima un incontro preliminare, al fine di intavolare le trattative per la ricerca di un accordo che possa soddisfare entrambe le parti.

A questo punto, sarà fondamentale raccogliere adeguata documentazione, che dimostri alla banca le ragioni delle proprie difficoltà finanziarie e la possibilità concreta di pagare una parte del debito.

Ovviamente, sia la raccolta di tale documentazione, che la fase vera e propria delle trattative con la banca, richiedono una competenza che spesso il debitore medio non ha. Per questo motivo, il consiglio è quello di affidarsi a un consulente esperto e trasparente, che sia in grado di confrontarsi con la banca con adeguata cognizione di causa.

Sei in difficoltà a pagare i tuoi debiti con banche e finanziarie?

Chiudi i tuoi debiti a Saldo e Stralcio

Piano Debiti offre un servizio professionale per aiutarti a chiudere i tuoi debiti per mutui o finanziamenti bancari a Saldo e Stralcio. Migliaia di pratiche gestite, riduzione del debito tra il 40% e l’80%.

saldo stralcio 1

Saldo e stralcio cos’è: un esempio concreto per capire meglio

Facciamo l’esempio di un debitore che qualche anno fa ha contratto un finanziamento con una banca. Perde il lavoro e non riesce a pagare il debito: dopo un paio di anni di mancati pagamenti la banca cede il credito a una società di recupero crediti specializzata che richiede al cliente il debito non pagato più interessi e spese.

Il debito non pagato era di 15.000 euro e con spese e interessi è aumentato a 18.000 euro.

Il cliente non è in grado di pagare questa somma, perché non lavora e l’unico immobile di proprietà è quello di abitazione già ipotecato per il mutuo acquisto.

È una tipica situazione in cui si può proporre un saldo e stralcio alla banca, ma prima il debitore deve trovare una somma per poterla proporre alla banca! Ipotizziamo che un amico possa aiutare il nostro cliente e gli metta a disposizione 6.000 euro.

A questo punto si avvierà una trattativa con la banca: solo se il creditore accetta di cancellare i 18.000 euro di debito, con il versamento dei 6.000 disponibili, viene formalizzata una proposta di chiusura a saldo e stralcio (di fatto è un piccolo contratto che specifica i diritti e doveri delle due parti) e se il cliente versa i 6.000 pattuiti, il restante debito viene cancellato.

I 6000 euro di questo esempio sono chiaramente ipotetici: la somma che la banca accetterà per lo stralcio dipende dalla situazione del cliente e anche dalla professionalità del consulente che gestisce la trattativa.

Saldo e stralcio o procedure di sovraindebitamento

Saldo e stralcio o procedure di sovraindebitamento: quale conviene scegliere? Similitudini e differenze

Il Saldo e stralcio e la procedura di sovraindebitamento rappresentano le soluzioni definitive per risolvere le posizioni debitorie. Tuttavia, presentano varie differenze ed in base alle varie situazioni vale la pena preferire l’una o l’altra procedura.

In particolare, è preferibile procedere con il saldo e stralcio se:

  • Vi è solo un creditore meglio se bancario, o comunque i debiti totali non superano i 30/40.000 euro.
  • Il debitore dispone di una somma ragionevole per fare una proposta di saldo e stralcio alla banca.

È a nostro avviso invece preferibile la procedura di sovraindebitamento (come prevista dal codice della crisi) in questi casi:

  • Il debitore ha molti debiti, e molti creditori
  • Il debitore non ha somme subito disponibili per il saldo e stralcio
  • Se c’è un immobile è pignorato (ad esempio Agenzie delle Entrate)
  • oltre ai debiti con le banche, il debitore ha altri debiti: in questo caso la procedura di sovraindebitamento permette di intervenire su tutti i creditori e di ripulire completamente il debitore

Sarà dunque necessario valutare attentamente la posizione debitoria per scegliere la soluzione maggiormente appropriata. In caso di debiti verso uno o pochi creditori si può tentare la strada del saldo e stralcio, se invece l’ammontare debitorio risulta essere consistente e risultano esserci numerosi creditori, la cosa migliore è ricorrere alle procedure di sovraindebitamento.

Piano Debiti: accordo transattivo a saldo e stralcio e altre soluzioni per te

La transazione a saldo e stralcio può rivelarsi estremamente conveniente, sia per il debitore che per il creditore. Quest’ultimo, infatti, troverà vantaggioso ottenere il pagamento di una determinata percentuale del proprio credito, a fronte della prospettiva di non essere affatto pagato dal debitore in sofferenza.

Il debitore, dal canto suo, ha la possibilità di risolvere la propria crisi finanziaria pagando una somma in linea con le proprie possibilità, da versare in un’unica soluzione o magari persino secondo un breve piano di rientro dilazionato a rate. In tal modo, una volta pagato quanto concordato, il debitore sarà libero da ogni ulteriore obbligazione nei confronti del creditore.

 Con Piano Debiti sei certo di ottenere la migliore consulenza e di chiudere il tuo saldo e stralcio alle migliori condizioni possibili. Contattarci o approfondisci come lavoriamo in questa pagina.

Piano Debiti ti offre una consulenza professionale che ti aiuta in caso di sovraindebitamento. Analizziamo gratuitamente la tua situazione debitoria e ti aiutiamo ad uscirne al meglio, consigliandoti la strada migliore da seguire. Contattaci inviando una richiesta o chiamandoci al numero 328 2435 929.

chi siamo img1

Hai bisogno di aiuto?

Piano Debiti ti offre una consulenza professionale che ti aiuta in caso di sovraindebitamento. Analizziamo gratuitamente la situazione debitoria e ti aiutiamo ad uscirne al meglio, consigliandoti la strada migliore da seguire.

2 pensieri su “Saldo e stralcio bancario: la guida completa per chiudere i debiti

  1. ho fatto un saldo e stralcio assistito dal mio avvocato, ma risulto ancora segnalato in crif. è giusto o mi devono cancellare? grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano Debiti nasce nel 2014 come prima azienda in Italia specializzata sulle disposizioni previste dalla Legge 3/2012.

© Copyright 2015-2023 pianodebiti.it | P.IVA: 01695380335 | Tutti i diritti riservati
Disclaimer
| Privacy Policy | Cookie Policy
Rivedi le tue scelte sui cookie

E’ espressamente vietata la riproduzione parziale o integrale dei contenuti senza l’approvazione scritta da parte del titolare e proprietario di questo sito.

Piano Debiti nasce nel 2014 come prima azienda in Italia specializzata sulle disposizioni previste dalla Legge 3/2012.

© Copyright 2015-2023 pianodebiti.it | P.IVA: 01695380335 | Tutti i diritti riservati
Disclaimer
| Privacy Policy | Cookie Policy | Rivedi le tue scelte sui cookie

E’ espressamente vietata la riproduzione parziale o integrale dei contenuti senza l’approvazione scritta da parte del titolare e proprietario di questo sito.