In caso di mancato pagamento delle rate di un prestito, le banche si rivolgono spesso a società di recupero crediti per la riscossione di quanto dovuto.

Il recupero crediti è un’attività che si rende necessaria ogni qual volta il debitore non paga quanto dovuto.

Spesso tale attività viene svolta da un’agenzia specializzata, che gestisce la riscossione dei crediti per conto terzi.

Ciò accade regolarmente, ad esempio, in caso di debito bancario oppure quando il creditore sia un’impresa di grandi dimensioni. Tali soggetti, infatti, vantano una grande quantità di crediti insoluti e quindi, per gestirli in modo adeguato, ne delegano il recupero a società specializzate.

Riscossione debito bancario come funziona

Il conferimento dell’incarico per il recupero di un debito bancario può essere effettuato seguendo due diverse strade.

Da un lato, la banca può semplicemente incaricare del recupero crediti società specializzate che agiscono per la riscossione, anche parziale, del credito presso il debitore.

Dall’altro lato, la banca può anche decidere di cedere il proprio credito all’agenzia, per un prezzo inferiore al capitale dovuto. Ciò avviene, di solito, quando la banca considera il credito di difficile realizzo.

Ad esempio, un debito bancario di 10.000 EUR viene venduto all’agenzia per soli 1.000 EUR. In tal modo, la banca recupera almeno una minima parte del credito, mentre l’agenzia, se riesce successivamente a recuperare dal debitore una somma superiore al prezzo di acquisto, consegue comunque un guadagno.

 

Recupero crediti: i limiti di legge

In entrambi i casi sopra esaminati (incarico all’agenzia per il recupero del credito oppure cessione del credito all’agenzia), la società di recupero crediti si attiverà immediatamente per indurre il debitore a saldare quanto dovuto.

A questo proposito, va segnalato che l’attività di recupero crediti viene svolta, spesso, con metodi fin troppo aggressivi.

Per questo motivo, il legislatore e il garante della privacy sono spesso intervenuti per assicurare che tale attività si svolga nel rispetto:

  • della legge
  • della dignità del cittadino
  • della privacy del debitore

In tal modo, sono state nel tempo evidenziate alcune pratiche scorrette che vanno assolutamente evitate e che il debitore dovrebbe sempre denunciare (vedi il nostro approfondimento in proposito).