HomeBlogNewsCTC: ottenere la cancellazione della segnalazione come cattivo pagatore

CTC: ottenere la cancellazione della segnalazione come cattivo pagatore

Acquistare un bene pagandolo a rate è una grande comodità, ma a volte è sufficiente ritardare o saltare il pagamento di una rata per essere iscritti nelle banche dati del CTC (acronimo di Consorzio Tutela del Credito) o di Crif come cattivi pagatori.

Quando ciò accade, diventa praticamente impossibile richiedere altri finanziamenti, perché le banche possono verificare che siamo in ritardo con i pagamenti di altri prestiti e non ci concedono il credito: purtroppo in questo caso siamo finiti in uno dei registri dei cattivi pagatori.

Molti ci chiedono se sia una situazione risolvibile, e se sia possibile r cancellare un’iscrizione presso la banca dati ctc, in modo da poter tornare a richiedere credito alle banche senza avere problemi.

Per rispondere a questa domanda è opportuno innanzitutto capire esattamente cos’è e cosa fa il CTC (Consorzio di Tutela del Credito) e perché è così difficile ottenere la cancellazione dell’iscrizione dall’elenco dei pagatori inadempienti.

C T C cos’è e come funziona

Il Consorzio di tutela del credito è una società di informazioni creditizie (in breve: SIC), che detiene e gestisce una banca dati presso la quale vengono iscritti i nominativi di tutti i soggetti che sono in ritardo con i pagamenti di un prestito concesso da una banca o da altro intermediario finanziario. Ne esistono altre due (Crif ed Experian) ma ognuna ha delle proprie caratteristiche. E’ possibile essere segnalati in tutte e tre le banche dati, ma spesso la segnalazione riguarda una sola.

Ogni singola banca può consultare tali database ed è proprio ciò che fa ogni volta che un cliente richiede un prestito. Se il nome di questo cliente risulta inserito nell’elenco dei cattivi pagatori presso la c t c, la banca non concede il finanziamento.

Spesso tale circostanza si verifica anche a causa di una singola rata saltata o pagata in ritardo, e ottenere la cancellazione dell’iscrizione dalla ctc banca dati è davvero difficile.

Per legge, infatti, una volta iscritto, il nominativo può legittimamente permanere nelle banche dati del ctc consorzio per la tutela del credito per tempi lunghi. le segnalazioni meno gravi infatti durano per 24 mesi, mentre quelle relative a ritardi più consistenti anche 36 mesi.

Quindi se il processo di segnalazione del ritardo di pagamento è stato fatto a regola d’arte, non è possibile cancellarsi prima del tempo minimo previsto dalla legge, ma come vedremo in seguito esiste in molti casi una scappatoia.

Cancellazione CTC: quando ottenerla

dobbiamo sapere che la legge ha normato in maniera molto precisa il processo di segnalazione come cattivo pagatore da parte delle banche, a tutela del consumatore: la banca per segnare uno di noi come cattivo pagatore deve sottostare a numerosi passaggi che comportano tempo e denaro.

Accade spesso che molte banche saltino qualcuno di questi passaggi, per risparmiare tempo e fatica: in questo caso, se riusciamo a dimostrare che tutto il processo non è stato seguito a norma di legge, la cancellazione è illegittima e va cancellata subito!

La nostra azienda si occupa proprio di questo: su incarico del cliente richiediamo all’istituto di credito una verifica di tutti i passaggi che hanno portato alla segnalazione in CTC e se manca qualcosa, otteniamo la cancellazione immediata della segnalazione ed il ripristino della buona reputazione creditizia del nostro cliente.

Piano Debiti non si limita alla banale verifica della scadenza del periodo di iscrizione previsto dalla legge, ma analizza e verifica che l’iscrizione come cattivo pagatore sia stata effettuata nel rispetto di tutti i presupposti previsti dalla legge.

E occorre sapere che tali presupposti sono davvero tanti e richiedono delle conoscenze tecniche e giuridiche specifiche per essere analizzati compiutamente: basti pensare ai requisiti previsti dal Testo Unico Bancario per quanto riguarda le segnalazioni alla Centrale Rischi.

Piano Debiti si avvale di un qualificato staff di esperti in grado di valutare attentamente tutti gli aspetti che possono offrire al cliente una concreta possibilità di ottenere la cancellazione dell’iscrizione dalla banca dati del CTC, di Experian, del Crif.

Ci teniamo particolarmente a sottolineare la qualità del lavoro che effettuiamo, perché il modo di agire di altre società è solitamente quello di farsi pagare anticipatamente dal cliente per poi limitarsi a constatare che l’iscrizione di quest’ultimo nella banca dati ctc è perfettamente regolare e quindi non può esserne ottenuta la cancellazione.

Infatti, tali società si limitano a verificare se sia trascorso il tempo massimo di permanenza dell’iscrizione del nominativo nel data base. L’esperienza pratica, però, insegna che tutte le SIC, compresa la C.T.C., adempiono regolarmente all’obbligo di cancellare i nominativi alla scadenza del periodo previsto dalla legge.

Piano Debiti invece, richiede il pagamento della propria parcella solamente a cancellazione avvenuta, dando così la certezza al cliente di pagare per un servizio con una reale utilità.

Cancellazione banca dati c t c: rivolgiti con fiducia a Piano Debiti

Vuoi sapere anche tu se puoi ottenere la cancellazione del tuo nominativo come cattivo pagatore presso il C T C?

Piano Debiti ti offre quello che nessun’altra società di consulenza ti propone: paghi solo a cancellazione avvenuta, e se per qualche motivo non sarà possibile ottenere la cancellazione dalla banca dati ctc non dovrai pagare il nostro lavoro.

Rivolgiti anche tu al nostro staff di esperti, ti faremo sapere senza impegno e senza dover versare alcun anticipo se sussistono le condizioni per ottenere la cancellazione del tuo nominativo dai registri C.T.C.

Cancellazione Banche dati Crif CTC Experian

8 pensieri su “CTC: ottenere la cancellazione della segnalazione come cattivo pagatore

  1. avevo una rata non pagata con compass ,avendo cambiato casa non ho ricevuto nessuna comunicazione il 27/09/2022 l’ho pagata , leggendo la durata delle segnalazioni si evince che con una rata pagata ritardo si ha una segnalazione di mesi 12 , ma la mia segnalazione in criff scadrà nel 2023 quindi dopo 24 mesi . ho visto che in ctc la segnalazione è di 9 rate ma è sbagliata . come posso fare per far correggiere questo errore di trascrizione ?

  2. Ho estinto un prestito con Compass il 29/11/2019.
    Sono in possesso di liberatoria.
    Ma ad oggi richiedo prestito ad Agos che mi chiede di verificare dati su ctc.
    Dalla visura richiesta al ctc si evince prestito Compass. regolarmente saldato.
    Cosa devo fare?

  3. Tramite PEC ho chiesto ed ottenuto una istanza da SIC-CTC nella quale si evincono a mio carico 10 segnalazioni delle quali 4 debiti risultano regolarmente estinti, senza alcun ritardo di pagamento; 3 regolarmente in corso; 3 richieste di prestito online tutti rifiutati anticipatamente dal sottoscritto, nell’ultimo mese (Ottobre 2022). Ho già provveduto ad inviare via PEC richiesta di quietanza liberatoria agli Istituti bancari e/o finanziari, finora ho ottenuto una sola liberatoria da parte di una finanziaria, sono ancora in attesa di ricevere altre liberatorie per prestiti già estinti e per quelli a cui ho fatto rinuncia. Quanto tempo occorre per verificare che anche in SIC-CTC siano fatte le dovute rettifiche? Dal momento che 4 segnalazioni, tutte correttamente pagate, perché SIC-CTC non provvede automaticamente alla cancellazione delle stesse? Potreste cortesemente aiutarmi a risolvere questo mio problema? Grazie anticipate e cordiali saluti. Gaetano Iosco

  4. Nel maggio scorso a seguito di un disguido wind è findomestic. Al fine di costringermi a pagare, anche se non dovuto, mi hanno segnalato per una cifra di euro 490. Nello stesso mese ho provveduto a pagare. Sono in possesso di liberatoria.

    1. Occorre verificare l’avvenuta cancellazione della segnalazione richiedendo una visura presso CTC o altre banche dati a cui potrebbe essere segnalato. Se desidera affidarsi al nostro servizio di verifica e cancellazione ci contatti al numero 345 0971 798.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano Debiti nasce nel 2014 come prima azienda in Italia specializzata sulle disposizioni previste dalla Legge 3/2012.

© Copyright 2015-2022 pianodebiti.it | P.IVA: 01695380335 | Tutti i diritti riservati | Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy

E’ espressamente vietata la riproduzione parziale o integrale dei contenuti senza l’approvazione scritta da parte del titolare e proprietario di questo sito.

Piano Debiti nasce nel 2014 come prima azienda in Italia specializzata sulle disposizioni previste dalla Legge 3/2012.

© Copyright 2015-2022 pianodebiti.it | P.IVA: 01695380335 | Tutti i diritti riservati | Disclaimer | Privacy Policy | Cookie Policy

E’ espressamente vietata la riproduzione parziale o integrale dei contenuti senza l’approvazione scritta da parte del titolare e proprietario di questo sito.