Novità sul fronte delle segnalazioni come “cattivi pagatori” presso la Centrale Rischi (CR) della Banca D’Italia. Sono stati approvati due nuovi decreti: il cosiddetto “Decreto liquidità” e “ Cura Italia” volti ad aiutare persone ed piccole imprese che a causa della pandemia Covid-19 si sono ritrovate a vivere una situazione di crisi economica.

Il Governo italiano si è mobilitato a favore dei cittadini con problemi e a rischio di sovraindebitamento. Grazie ai nuovi decreti sarà possibile la sospensione fino al 30 Settembre di tutte le segnalazioni come “cattivi pagatori” nella Centrale Rischi della Banca D’Italia.

Si tratta di uno spiraglio di luce per tutte quelle persone che in questo periodo di crisi sociale ed economica successive al lock-down, si sono ritrovate a vivere una momentanea situazione di difficoltà con prestiti, leasing o altre forme di credito a rate posti in essere prima dell’entrata in lock-down.

La Centrale Rischi e segnalazione “Cattivi pagatori”

La centrale Rischi è una delle più importanti banche dati pubbliche gestita dalla Banca D’Italia. Al suo interno vengono archiviate tutte le informazioni su obbligazioni, finanziamenti, garanzie, fideiussioni e altri crediti che i debitori attuano verso il sistema bancario e finanziario.

Più specificatamente nella Centrale Rischi sono raccolti i dati che dimostrano se un cliente ha una buona storia creditizia (es: non ha ritardi nei pagamenti) o se invece si trova in uno stato di sofferenza che può causare il mancato pagamento in tutto o in parte del proprio credito presso i creditori; il soggetto in questo caso viene denominato “cattivo pagatore”.

Leggi il nostro articolo per saperne di più sulla Centrale Rischi https://pianodebiti.it/centrale-rischi-la-guida-della-banca-ditalia/.

Nuovo emendamento: Decreto liquidità

Nuovo emendamento: Decreto liquidità